Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_sansalvador

La rete consolare

 

La rete consolare

IL MINISTRO DEGLI AFFARI ESTERI

di concerto con

I MINISTRI DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

E DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

 

 

Vista la legge 30 dicembre 2010, n. 238, recante “Incentivi fiscali per il rientro dei lavoratori in Italia”;

 

Visto, in particolare, l’articolo 4, comma 2, della legge 30 dicembre 2010, n. 238, il quale demanda ad un decreto del Ministro degli affari esteri di concerto con i Ministri del lavoro e delle politiche sociali e dell’economia e delle finanze la definizione delle funzioni e dei ruoli dei soggetti coinvolti nelle procedure di cui al comma 1 dello stesso articolo;

 

Visto l’articolo 2, comma 2,  della legge 30 dicembre 2010, n. 238;

 

Visto il D.P.R. 5 gennaio 1967, n. 200 recante “Disposizioni sui poteri e le funzioni consolari”;

 

Considerata la necessità di definire con il decreto di cui all’articolo 4, comma 2, della citata legge 30 dicembre 2010, n. 238, le funzioni ed i ruoli dei soggetti coinvolti nelle procedure di cui al comma 1 dello stesso articolo, stabilendo la misura dei diritti da porre a carico delle persone fisiche che intendano rientrare in Italia per avvalersi dei benefici previsti dalla legge;

 

Considerato che Italia Lavoro Spa, per le finalità di cui alla legge 30 dicembre 2010, n. 238, supporta il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, per il tramite del portale “Cliclavoro”, alla diffusione delle informazioni concernenti le opportunità lavorative e le diverse misure esistenti volte a facilitare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro;

 

Ritenuto pertanto di dover disciplinare unicamente gli adempimenti e le pratiche necessari per il rientro in Italia ad opera degli uffici consolari all’estero;

 

D E C R E T A

 

Articolo 1

(Adempimenti degli Uffici consolari per il rientro in Italia)

 

1.  Fatto salvo il ricorso alla documentazione Europass, di cui alla decisione n.2241/2004/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 dicembre 2004,

l’autorità consolare su richiesta dell’interessato emette la dichiarazione di valore del diploma di laurea o del titolo di specializzazione post lauream conseguito all’estero.

 

2.  L’autorità consolare vidima altresì la documentazione attestante l’attività di lavoro o di impresa svolta all’estero.

 

3.  I diritti per le attività di cui ai commi 1 e 2 sono dovuti nelle misure stabilite dalla Tabella allegata al Decreto del Presidente della Repubblica 5 gennaio 1967, n. 200. Sono, inoltre, dovuti gli importi previsti dalla medesima Tabella per ulteriori attività richieste.

 

Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

 

 

Roma, 30 marzo 2011

 

 

                                                   F.to Il Ministro degli Affari Esteri

 

                                           F.to Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali

 

                                                  F.to Il Ministro dell’Economia e delle Finanze

                                        

 


79