Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_sansalvador

Cittadinanza

 

Cittadinanza

Cittadinanza per matrimonio

Il coniuge straniero o apolide di cittadino italiano può acquistare la cittadinanza italiana quando, dopo il matrimonio, risieda legalmente da almeno due anni nel territorio della Repubblica, oppure dopo tre anni dalla data del matrimonio se residente all'estero, qualora, al momento dell'adozione del decreto di concessione della cittadinanza (ex art. 7 comma 1) non sia intervenuto lo scioglimento, l'annullamento, o la cessazione degli effetti civili del matrimonio e non sussista la separazione personale dei coniugi. I termini di cui sopra sono ridotti della metà in presenza di figli nati o adottati dalla coppia.

Fa eccezione alla procedura sopra descritta il caso della donna straniera coniugata con cittadino italiano prima del 27 aprile 1983 che, a norma di legge, può acquistare la cittadinanza italiana automaticamente (a condizione che non vi sia stata sentenza di divorzio o che il coniuge non sia deceduto prima del 27.04.1983). La richiedente, in tale caso, dovrà presentare l'atto di nascita in originale con traduzione in italiano e il documento d'identità. Per la presentazione della domanda è necessario che l'atto di matrimonio, se è stato celebrato all'estero (ad esempio in El Salvador), sia stato trascritto in Italia.
 
NOVITA' SULLA CITTADINANZA PER MATRIMONIO

A far data prossimo 01 agosto 2015 le istanze di acquisto della cittadinanza italiana per matrimonio e per naturalizzazione, unitamente alla relativa documentazione da produrre a corredo, dovranno essere inviate al Ministero dell’Interno esclusivamente in modalità telematica a cura degli interessati, tramite il portale ALI https://cittadinanza.dlci.interno.it.
La fase transitoria, nella quale oltre all’utilizzo del portale ALI sarà ancora possibile acquisire le domande compilate su modello cartaceo secondo l'attuale procedura - avrà inizio il 18 maggio 2015 e terminerà il 31 luglio 2015.
 
PROCEDURA OPERATIVA

Il richiedente dovrà registrarsi sul portale "ALI” tramite la URL https://cittadinanza.dlci.interno.it, creando il proprio nome utente e la propria password.
Effettuato il login dovrà accedere alla sezione CITTADINANZA contente le seguenti funzionalità:
- Gestione della domanda
- Visualizza stato della domanda
- Primo accesso alla domanda
- Comunicazioni
Selezionando il sottomenu' "GESTIONE DOMANDA" il richiedente avrà la possibilità di inserire la propria istanza compilando uno dei quattro moduli a disposizione.
• Modello A - Cittadini Stranieri residenti in Italia - Art. 5 richiesta per matrimonio con cittadino italiano
• Modello B - Cittadini Stranieri residenti in Italia - Art. 9 e/o Art. 16 - Richiesta per Residenza
• Modello AE - Cittadini Stranieri residenti all'Estero - Art. 5 richiesta per matrimonio con cittadino italiano 
• Modello BE - Cittadini Stranieri residenti all'Estero - Art. 9 c. 1., lettera c
L'utente dovrà compilare tutti i campi previsti dal modulo e caricare i quattro documenti obbligatori indicati dal Ministero dell'Interno per effettuare la richiesta di cittadinanza:
1) Atto di nascita del paese di origine, legalizzato e tradotto;
2) Certificato penale del paese di origine e di eventuali paesi terzi di residenza a partire dai 14 anni di età, legalizzato e tradotto;
3) ricevuta di versamento del contributo di 200 euro: il contributo obbligatorio può essere versato mediante bonifico bancario estero oppure tramite circuito Eurogiro (circuito esistente tra organizzazioni postali aderenti).Dati identificativi del conto che i richiedenti dovranno utilizzare per il versamento:
• conto corrente postale intestato a "Ministero dell'Interno D.L.C.I. – Cittadinanza”   Causale del versamento obbligatoria : Nome, Cognome, "Naturalizzazione per matrimonio"   
• Codice IBAN relativo al c/c medesimo : IT54D0760103200000000809020 
• Codice BIC/SWIFT di Poste italiane:  per bonifici bancari esteri : BPPIITRRXXX  per bonifici Eurogiro :  PIBPITRA

4) documento di riconoscimento. 

L'utente potrà salvare, modificare, eliminare oppure inviare la domanda completata.
Una volta inviata la domanda, verrà generato un documento riepilogativo e la ricevuta di invio.
Le istanze inserite nel Portale ALI dagli utenti saranno visualizzate dalla rappresentanza Diplomatica competente per territorio e una volta prese in carico potranno essere:
- accettate;
- accettate con riserva;
- rifiutate. 

L’utente riceverà sia sul proprio indirizzo di posta elettronica che sul profilo utente creato nel portale ALI una comunicazione facente stato dell'accettazione o del rifiuto della domanda.Nel caso in cui la domanda venga accettata con riserva, nella comunicazione inviata sarà indicato il documento da reinviare con specificazione delle motivazioni per le quali il nuovo invio viene richiesto.
Il nuovo invio dovrà essere effettuato dal richiedente sempre attraverso il portale ALI e non consentirà di modificare i dati già inseriti.
Qualora il documento reinviato dal richiedente non venga ritenuto idoneo, la Rappresentanza richiederà all’utente di provvedere a un nuovo inoltro.
La data di invio del documento che completa la domanda sarà considerata quale data di "presentazione istanza" e pertanto il termine di 730 giorni per la conclusione del procedimento decorrerà dalla stessa.
Successivamente alla accettazione dell’istanza, la Rappresentanza procede alla convocazione del richiedente per l'identificazione dello stesso, la verifica e l'acquisizione ai propri atti della documentazione in originale già presentata per via telematica, nonché di ogni altro necessario documento.

La nuova procedura di presentazione della domanda di acquisito della cittadinanza e di taluni documenti per via telematica da parte dell'istante, non esime dall'acquisizione della documentazione prescritta dalla normativa vigente in conformità alle disposizioni in materia di legalizzazione/apostille e traduzione.

Per quanto concerne le domande di acquisto della cittadinanza per matrimonio, la documentazione da produrre è la seguente:

1) ATTO DI NASCITA COMPLETO DI TUTTE LE GENERALITA'.
Il documento deve essere prodotto in copia conforme all’originale e deve contenere i seguenti dati: nome, cognome, data e luogo di nascita, paternità e maternità.
Esso deve essere debitamente legalizzato dall'Autorità diplomatico consolare italiana presente nello Stato di formazione dell'atto, salvo le esenzioni previste per gli Stati aderenti alle Convenzioni internazionali (apostille) o accordi ad hoc.
Nel caso in cui l'atto di nascita riporti annotazioni marginali relative al cambio delle generalità (nome, cognome), l’atto amministrativo o la sentenza che ha disposto tale cambio, debitamente legalizzato o apostillato e tradotto dovrà essere anch’esso prodotto, in quanto parte integrante dell'atto di nascita.
La firma del traduttore deve sempre essere legalizzata dalla Rappresentanza o apostillata dalla competente Autorità nazionale . 

2) CERTIFICATO PENALE
Il documento, la cui validità e' pari a sei mesi dalla data del rilascio, deve essere completo di legalizzazione e/o apostille e traduzione come sopra specificato.
La firma del traduttore deve sempre essere legalizzata dalla Rappresentanza o apostillata dalla competente Autorità nazionale .

3) DICHIARAZIONE NOTARILE DI RESIDENZA
E’ necessario produrre una dichiarazione notarile giurata di residenza, legalizzata e tradotta in lingua italianaLa firma del traduttore deve sempre essere legalizzata dalla Rappresentanza.

4) CERTIFICATO DI CITTADINANZA ITALIANA E DI STATO DI FAMIGLIA DEL CONIUGE
Deve essere richiesto all’Ufficio Stato Civile dell’Ambasciata d’Italia in San Salvador.

5) ESTRATTO PER RIASSUNTO DELL’ATTO DI MATRIMONIO
Deve essere richiesto a cura dell’interessato presso il Comune italiano nei cui registri il matrimonio è stato trascritto.

6) RICEVUTA DI VERSAMENTO DEL CONTRIBUTO DI 200 EURO
Note: nel caso in cui la documentazione indichi dati o generalità discordanti, occorre ottenerne la rettifica da parte dell'Autorità competente.


99