Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_sansalvador

Cittadinanza

 

Cittadinanza

CITTADINANZA PER MATRIMONIO

Requisiti - Non é necessario prenotare l'appuntamento
Il coniuge straniero di un /a cittadino/a italiano/a può presentare istanza di acquisto di cittadinanza italiana, se risiede all’estero, dopo tre anni dal matrimonio. E’ indispensabile che il matrimonio sia già trascritto presso il Comune italiano di residenza. Questo periodo si dimezza in presenza di figli minori (ai sensi degli art. 5 e 7 - Legge n. 91 del 5 febbraio 1992 e Legge n.94 del 15.7.2009).
Requisiti richiesti:
- Il coniuge italiano deve essere regolarmente iscritto all’Aire;
- La coppia deve essere residente nella circoscrizione consolare del El Salvador;
- Il matrimonio deve essere già registrato presso il Comune italiano di riferimento;
- Il vincolo matrimoniale deve essere ancora sussistente (cioè non deve essere intervenuta la morte di alcuno dei coniugi, nè lo scioglimento, l’annullamento o la cessazione degli effetti civili del matrimonio e non deve sussistere separazione personale tra i coniugi).

NUOVO SISTEMA DI INOLTRO TELEMATICO DELLE DOMANDE
Dal 1º agosto 2015 sarà possibile presentare la domanda di cittadinanza italiana per matrimonio ESCLUSIVAMENTE OnLine.
ATTENZIONE: Per poter correttamente inserire la domanda on line è necessario che l’atto di nascita ed il certificato penale siano stati preventivamente vidimati dal competente Ufficio consolare. A tal fine occorre presentare i documenti in originale presso questo Ufficio Consolare negli orari di attenzione al pubblico.
NB: si fa presente che il sito, curato dal Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione del Ministero dell’Interno, è esclusivamente in italiano. Questa Ambasciata non potrà fornire traduzioni né aiuti nella compilazione della domanda.

COSA DEVE FARE IL RICHIEDENTE:
Per primo, l’utente dovrà premunirsi della seguente documentazione :
• Atto di nascita in originale , legalizzato/apostillato, con traduzione in italiano autenticata da questa Cancelleria consolare
• Certificato dei precedenti penali (in originale) rilasciato dall’autorità del Paese di origine e dalle autorità di tutti i Paesi dove il richiedente ha vissuto dai 14 anni di età. Tale certificato, che ha una validità di 6 mesi dalla data di emissione, deve essere munito di legalizzazione/ Apostille e traduzione in italiano autenticata da questa Cancelleria consolare.
Se si è vissuto in Italia il Certificato Generale del Casellario Giudiziale si richiede alla Procura della Repubblica – Ministero della Giustizia e non ha bisogno né di Apostille né di traduzione;
Se si è risieduto in un altro Paese (o Paesi) si dovrà presentare il documento corrispondente al certificato penale del Paese (o dei Paesi), in originale con Apostille e traduzione in italiano vidimata dal competente Ufficio consolare locale.
• Ricevuta di versamento di 200 Euro sul conto corrente del Ministero dell’Interno. Il versamento deve essere effettuato mediante bonifico estero sul conto corrente postale intestato a:
MINISTERO DELL'INTERNO D.L.C.I. - CITTADINANZA
codice IBAN: IT54D0760103200000000809020
codice BIC/SWIFT delle Poste Italiane per bonifico estero: BPPIITRRXXX
codice BIC/SWIFT per operazioni Eurogiro: PIBPITRA
N. conto: 809020
Alcune Banche chiedono Indirizzo, è possibile indicare Roma
Città: Roma
Indicare la causale del bonifico bancario (es. nome dell’interessato - Richiesta cittadinanza per matrimonio)
• Documento di riconoscimento
(passaporto e/o documento di identità salvadoregno in corso di validità
Ricevuta di un servizio (luce, telefono) che attesti l’appartenenza alla circoscrizione consolare di El Salvador.
Una volta completati i documenti:
a) Accedere al sito del Ministero dell’Interno https://cittadinanza.dlci.interno.it e registrarsi. LA REGISTRAZIONE E’ GRATUITA
b) Dopo aver effettuato e confermato la registrazione saranno inviate alla mail utilizzata per la registrazioni le credenziali di accesso al portale
c) Accedere al portale con la mail e la password fornite durante la procedura di registrazione
d) Cliccare “cittadinanza” e “gestione domanda”
e) Scegliere Modello AE – cittadini stranieri residenti all’estero – Art. 5 – richiesta per matrimonio con cittadino italiano
f) Compilare tutti i campi previsti dal modulo selezionato [Nel modulo di registrazione vanno inseriti Cognome – Nome – Data di nascita presenti sull’atto di nascita. Per le donne, non vanno inseriti i cognomi da sposata ma quelli da nubile. In caso di errato inserimento dei dati anagrafici sarà necessario procedere alla cancellazione della registrazione al portale, dopo aver effettuato l’accesso, utilizzando la funzione del menu “Cancella la registrazione al portale” ed effettuare successivamente una nuova registrazione.]
g) Scansionare e caricare i quattro documenti obbligatori:
1) atto di nascita legalizzato/apostillato e con traduzione autenticata dall’Ufficio consolare ;
2) certificato/i penale originale, legalizzato/ apostillato e con traduzione autenticata dall’Ufficio consolare;
3) ricevuta di versamento;
4) documento di riconoscimento.
Una volta inviata la domanda verranno generati due documenti:
o un documento riepilogativo della domanda
o una ricevuta d’invio con un numero identificativo.
La domanda potrà essere:
1) Rifiutata
2) Accettata
3) Accettata con riserva.
L’interessato sarà avvisato tramite mail dell’accoglimento o meno dell’istanza. In caso di accettazione con riserva verrà informato dei nuovi documenti che dovrà produrre. In quest’ultimo caso si possono inviare nuovi documenti ma non modificare la domanda.
Il richiedente verrà quindi convocato, tramite mail, presso l’ufficio consolare per presentare la domanda cartacea e i documenti in originale, che verranno trattenuti dall’Ufficio.
Oltre ai documenti originali già inseriti nella domanda OnLine, gli interessati dovranno consegnare:
- fotocopia del passaporto e/o documento di identità del Paese di origine e fotocopia di una utenza (es. telefonica). I documenti di riconoscimento devono riportare lo stesso nome e cognome che appare sull’atto di nascita dell’interessato/a.

Successivamente alla presentazione della documentazione in originale presso l’Ufficio Consolare la pratica sarà di esclusiva competenza del Ministero dell’Interno.
L’interessato potrà verificare personalmente lo stato della pratica inserendo nel sito del Ministero dell’Interno il numero di pratica e le informazioni richieste dal sistema.
Attenzione: tutte le comunicazioni relative al procedimento verranno inviate tramite l’indirizzo di posta elettronica utilizzato per la registrazione. Si raccomanda pertanto di non modificarlo e di controllarlo periodicamente.


99